Quando a far notizia…

Proprio stamattina, mentre mi recavo a lavoro in macchina, per radio sento questa (non saprei come definirla!)  insolita, curiosa…strana…anche divertente tutto sommato, notizia.

Fare pipì per strada non è reato. O, almeno, se lo si fa per motivi di urgenza. Lo ha stabilito la Cassazione, accogliendo il ricorso di un avvocato e cancellando la condanna di un dipendente pubblico di Lamon (Belluno) che nella notte tra il 1° e il 2 gennaio del 2009 era stato sorpreso dai Carabinieri a urinare in una stradina vicina a un ristorante nella piazza cittadina.

L’uomo, 55 anni, accusato di atti contrari alla pubblica decenza, era stato condannato al pagamento di una multa di 200 euro. All’epoca dei fatti tentò con queste parole di giustificare il suo gesto: “Sono dispiaciuto, ma sono stato costretto a usare questa stradina buia come toilette. I tentativi di utilizzare i servizi del ristorante sono falliti”.

L’avvocato ha commentato: “La condanna, seppure insignificante, aveva causato una serie di problemi al 55enne che, quale dipendente pubblico, si era visto precludere la partecipazione ad alcuni concorsi, non essendo più incensurato”.

Risale soltanto a pochi giorni fa un episodio simile, che ha coinvolto uno studente con il sogno di intraprendere la carriera da magistrato a Bologna. Sorpreso dalla Polizia a urinare nella zona universitaria della città, ha chiesto agli agenti di non denunciarlo per non mettere in discussione il suo desiderio di diventare magistrato. Lo studente è soltanto una delle 14 persone alle quali, nell’arco di una sola serata, è stato contestato il reato di atti contrari alla pubblica decenza, nell’ambito dei controlli effettuati nella zona universitaria di Bologna. Due di loro sono stati denunciati anche per minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale.

Ma c’è chi ci aveva già visto ben lungo sull’argomento…infatti come ho finito di sentire la notizia, mi è venuta in mente la scena di R. Benigni e W. Matthaw dal film “Il Piccolo diavolo”…che ridere!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...